This site uses analytics cookies to collect data in aggregate form and third-party cookies to improve the user experience.

SL 04 - PRENDERSI CURA IN TEMPO DI CRISI: NUTRIRE CORPO E MENTE

nation
Sri Lanka
duration
12 mesi
field
Education
complete
No
budget
8500 € / 7500 €
SL 04 - PRENDERSI CURA IN TEMPO DI CRISI: NUTRIRE CORPO E MENTE

Dove si realizza

La crisi economica in atto dallo scorso anno ha colpito tutti gli abitanti dello Sri Lanka e i prezzi del cibo sono saliti alle stelle: per i bambini, questo vuol dire malnutrizione. Le riserve del paese erano così basse da rendere impossibile l’acquisto di beni di prima necessità. Migliaia di persone sono state costrette a fare la fila solo per comprare qualcosa da mangiare: una catastrofe per le famiglie che già vivevano in povertà.

Rispondere a questa crisi non è facile. Si sta cercando di trovare soluzioni sostenibili a lungo termine e aiutare i bambini e le famiglie che hanno più bisogno. Ma ci vorrà del tempo prima di arrivare a soluzioni che ripristino questa crisi economica. Il mondo non è ancora uscito completamente dalla pandemia e ora lo Sri Lanka deve affrontare quella che molti esperti ritengono sia una sfida ancora più inquietante: la mancanza di cibo. Una cosa è chiara: questa crisi non passerà presto. Le carenze continueranno e i prezzi non scenderanno presto, ma i bambini hanno bisogno d’aiuto per sopravvivere.

Descrizione del progetto

L'insicurezza alimentare colpisce il 36% delle famiglie dello Sri Lanka. Sono i dati diffusi dal Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite. Responsabili sono la crisi economica e le precedenti scelte governative, tra cui il passaggio all'agricoltura biologica varato sotto l'amministrazione Rajapaksa. Si teme che la situazione possa peggiorare senza assistenza agli agricoltori. Secondo un rapporto pubblicato dal Programma alimentare mondiale, la crisi economica dello Sri Lanka ha aggravato il rischio di insicurezza alimentare: il 36% delle famiglie è già in situazione di pericolo alimentare, mentre il 64% ha fatto ricorso a strategie di sopravvivenza.

Sebbene i livelli di insicurezza alimentare si siano relativamente stabilizzati negli ultimi tre mesi, questi rimangono alti, con oltre 5 famiglie su 10 che impegnano gioielli d'oro o prendono in prestito denaro per comprare cibo. Le famiglie sperimentano un consumo alimentare insufficiente, mangiando cibo più economico e meno nutriente. L'attuale crisi economica continua a colpire in modo sproporzionato alcuni segmenti della società. Ciò avviene in un momento in cui i vincoli finanziari hanno costretto il governo a ridimensionare i programmi di sostegno alla nutrizione, compresa la distribuzione di pasti scolastici e di alimenti arricchiti per madri e bambini sottonutriti.

Circa 6,3 milioni di persone in Sri Lanka si trovano in una situazione di insicurezza alimentare acuta e si prevede che la loro condizione peggiorerà se non verrà fornita un'adeguata assistenza umanitaria. Senza assistenza, si prevede che la sicurezza alimentare si deteriorerà ulteriormente, in particolare nei prossimi mesi, a causa degli scarsi raccolti di riso.

Attraverso la rete parrocchiale della St. Patrick's Church, Talawakelle, da alcuni mesi si è implementato un piano di risposta attraverso la distribuzione di pacchi alimentari alle famiglie in maggiori difficoltà economiche. Nell'adiacente Scuola Materna, dallo scorso ottobre si è dato inizio ad un programma nutrizionale settimanale che compensa il deficit alimentare dei bambini.

Oltre a queste immediate soluzioni già in atto da alcuni mesi e che intendiamo portare avanti, con la collaborazione di alcuni genitori, si sta programmando anche un piano alimentare che supplisca ai bisogni nutrizionali dei bambini del St. Patrick's College, Talawakelle.

Si continua ad assicurare la frequenza alla scuola pagando la retta scolastica agli studenti le cui famiglie vertono in gravi difficoltà economiche. Si prevede anche un sostentamento ai bambini per quanto riguarda il materiale didattico e la divisa scolastica il cui costo è notevolmente aumentato e grava enormente sulla già difficile situazione familiare.

Obiettivi

  • Garantire un'alimentazione sana ai bambini e agli studenti del St Patrick College
  • Far fronte all'emergenza venendo incontro alle famiglie più povere
  • Garantire l'istruzione ai bambini pagando loro la retta scolastica  e fornendo loro divise e materiale didattico

Beneficiari

Diretti: Gli oltre 950 alunni del St Patrick College, i bambini della scuola famiglie e le famiglie più vulnerabile

Indiretti: le famiglie e la comunità

 

 

 

 

 

Sorella referente: sr Agnese Elli

Project's costs

Generi alimentari
€ 2,000.00
Rette scolastiche
€ 2,000.00
Materiale didattico
€ 1,500.00
Divise scolastiche
€ 1,000.00
Materiale per attività ludiche
€ 1,000.00
Compenso referente
€ 1,000.00
Total
€ 8,500.00