This site uses analytics cookies to collect data in aggregate form and third-party cookies to improve the user experience.

ZAM 14 - Allevamento suini: un'alternativa per la vita

nation
Zambia
duration
12 mesi
field
Ecology
complete
No
budget
29897 € / 29897 €
ZAM 14 - Allevamento suini: un'alternativa per la vita

Dove si realizza

Il progetto sarà realizzato nel Centro Madre Terra delle Suore Missionarie Comboniane, situato nella zona rurale di Kaande. Madre Terra è un centro agricolo, sociale ed ecologico che serve sei
villaggi della zona attraverso una serie di progetti.

Kaande si trova nel distretto di Mongu, nella provincia occidentale dello Zambia. Questa parte del Paese è una delle regioni più povere dello Zambia. La maggior parte della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà.

A Kaande, e nelle aree circostanti, la maggior parte delle persone è costituita da agricoltori di sussistenza. Molti alternano l'agricoltura con il taglio del legno e la produzione di carbone di legna per fornire i mezzi necessari alle loro famiglie. La domanda di legna e carbone di legna è molto elevata e ciò ha favorito il taglio incontrollato degli alberi. | progetti agricoli di Madre Terra offrono iniziative eco-alternative per aiutare le persone a mitigare gli effetti del cambiamento climatico, facilitando le tecniche agricole e la generazione di reddito con l'obiettivo di migliorare le opzioni di sostentamento per i più poveri.

Descrizione del progetto

Madre Terra collabora con la comunità locale per implementare metodi per mitigare gli effetti del cambiamento climatico, del degrado ambientale e dell'insicurezza alimentare. La collaborazione avviene con programmi di agricoltura sostenibile e con progetti sociali ed educativi che aiutano la popolazione a crescere in consapevolezza e a gestire meglio le proprie poche e incerte risorse.

Le condizioni agro-ecologiche rendono i mezzi di sussistenza basati sull'agricoltura vulnerabili ai cambiamenti climatici sono una delle grandi sfide che la popolazione locale deve affrontare i terreni sabbiosi di quest'area sono estremamente poveri e i raccolti annuali sono scarsi, il che rende la sicurezza alimentare una delle principali preoccupazioni.

Il progetto di allevamento di suini comprende due componenti strettamente collegate:

  1. la ristrutturazione e la costruzione di piccole strutture utilizzate per i programmi di Madre Terra
  2. l'attuazione del programma di allevamento di suini.


Madre Terra ha attualmente bisogno di ristrutturare una casa del personale di due stanze da adibire a uffici per fornire ulteriore spazio ai servizi resi agli agricoltori e di installare una mezza parete negli uffici per garantire la necessaria sicurezza. A Madre Terra si tengono continuamente workshop e corsi di formazione su diverse competenze.  La costante affluenza di
contadini, uomini e donne, per vari programmi agricoli, sociali e sanitari richiede la costruzione di un bagno. Le strutture garantiranno il funzionamento del Centro, compreso lo svolgimento di riunioni e workshop. Allo stesso tempo, il progetto avvierà la realizzazione di sette porcilaie, una in ogni villaggio e una porcilaia dimostrativa presso Madre Terra.

Madre Terra ha già un progetto di moringa di cui beneficiano 65 famiglie. Il progetto di allevamento di maiali cerca di assicurare un'altra fonte di reddito alternativa alle famiglie affiliate a Madre Terra, fornendo maiali e i materiali di base per dedicarsi all'allevamento. Ciò significa che tra i corsi di formazione agricola di quest'anno, le persone riceveranno competenze sull'allevamento dei mai e sulla gestione aziendale. L'allevamento dei maiali è stato sperimentato da altri agricoltori della zona e ci sono indicazioni sulla sua commerciabilità.

Metodologia

L'attuazione del progetto consisterà nel fornire alcuni dei materiali di base per la costruzione della porcilaia, che sarà realizzata dai membri di ciascun villaggio, che contribuiranno anche con sabbia e pali.
Per ogni villaggio saranno forniti una femmina di maiale gravida, vaccini, spruzzatori, tubi e una quantità di mangime per avviare e mantenere lo standard della porcilaia. I membri del comitato saranno responsabili della manutenzione. Quando la scrofa partorirà e i suini saranno cresciuti a sufficienza, il comitato di agricoltori di ogni villaggio sarà assistito nella pianificazione e nell'elaborazione dell'ulteriore sviluppo del progetto. 

Inoltre, il progetto prevede due workshop di formazione sull'allevamento dei suini e sulla gestione delle risorse.

Obiettivi

L'obiettivo principale del progetto è garantire agli allevatori una fonte di reddito alternativa.

Il progetto prevede:

  • La ristrutturazione di una casa del personale di due stanze per gli uffici, la costruzione di una veranda per garantire la necessaria sicurezza e la costruzione di un bagno.
  • La costruzione di sette strutture per i suini.
  • L'organizzazione di due workshop e corsi di formazione per fornire agli allevatori competenze sull'allevamento dei suini e sulla gestione aziendale.
  • L'acquisto di 7 femmine di maiale gravide, vaccinazioni, tubi, irroratori e mangimi.
  • L'assunzione di una donna e di un uomo (part-time) come supervisori del sito.

Beneficiari

Diretti: 65 famiglie rurali di sei diversi villaggi.

Indiretti: Ogni famiglia può avere in media 6 persone a carico, compresi bambini e anziani, per un totale approssimativo di 360 beneficiari diretti.

 

 

 

 

 

Sorella Referente: Sr. Alice Masika Muyayalo

Project's costs

Ristrutturazione uffici e costruzione bagni e veranda
€ 14,194.00
Costruzione 7 porcilaie
€ 7,871.00
Workshop formazione
€ 1,000.00
Acquisto 7 femmine suine gravide + vaccini e mangimi
€ 3,000.00
Sussidio per tecnici supervisori
€ 929.00
Trasporto e comunicazione
€ 516.00
Compenso referente
€ 2,387.00
Total
€ 29,897.00